venerdì, marzo 10

paradosso nel tempo

Nulla è immobile nello spazio.
Supponiamo che esista una macchina del tempo e che vogliamo andare indietro di una settimana.
La Terra una settimana prima si trovava ad una distanza  di arco ellittico pari a 7/365 giorni del suo moto di rivoluzione intorno al sole. Il che significa che dopo il salto nel tempo ci troveremmo nel vuoto, perchè nel punto in cui siamo la Terra non era ancora arrivata sette giorni prima. In sostanza la faccenda è ben più complicata. Non sarebbe sufficiente una navicella spaziale per recuperare quella settimana. Anche il sole segue una rivoluzione intorno ad un' altra stella nel sistema di Vega. E naturalmente anche Vega si muoverà in una direzione, così come altre stelle ancora più grandi, oltre al moto  ellittico della nostra intera galassia intorno al centro. A sua volta la Via Lattea si muoverà verso un altro ammmasso di stelle ancora più grande e così via. Non solo, l'intero nostro Universo si muoverà verso un Universo più grande di una dimensione superiore, ripetendo all'infinito. La nostra ipotetica macchina del tempo  lascerà la nostra navicella dileguarsi all'infinito, perché in realtà, nello spazio assoluto, il nostro movimento ha una velocità infinita.

martedì, febbraio 14

Cinquestelle alla deriva

Un sindaco racconta una serie di palle, ognuna delle quali serve a mettere una pezza alla precedente, alla fine  non si tengono neanche con l'attack. Va a dimettere un assessore che come unica colpa ha quella di aver detto la verita con un eccesso di pettegolezzo. Invece di ammettere le proprie responsabilità, accusa l'assessore di remare contro. Allora quale sarebbe la politica di trasparenza dei 5stelle, quella di nascondere la verità? Sotto indagine è il sindaco Raggi e non l'exassessore Berdini. Quindi chi si dovevae dimettere? E fino a quando Grillo perderà la faccia per difendere un'indifendibile?
Ma veramente questa città aveva "necessità " di un altro stadio? E a chi è utile? al popolo? le famiglie che stanno sotto sfratto? Loro pensano che lo stadio sia una priorità? Perché le Olimpiadi erano inutili e lo stadio utile? Soldi soldi soldi, l'unico utile, ma per pochi privati palazzinari. I 5stelle dovevano rispondere NO. Lo stadio nuovo in questo momento non è un bene necessario alla collettività. Il popolo vuole altro. La popolazione si è rotta i cojoni di vedere buttare i soldi per opere inutili, lo stadio la nuvola...C'è una cosa che il gruppo dirigente dei 5stelle che appoggia la Raggi, non ha capito, è che la base non si lascia abbindolare dalla scusa della "persecuzione della stampa". La base, che è libera, cerca onestà e verità ovvero trasparenza e con tutte quelle bugie la Raggi non ne esce bene, anche perché si osina a negare l'evidenza. Che ci sia reato o meno, non importa, è la fiducia che si è rotta. Forse Grillo lo sa, ma se cade la Raggi cade tutto il movimento. Così com'è però non può andare avanti. Bisognerebbe fare piazza pulizia, la gente inutile da levare, i parolieri e i carrieristi fine a se stessi via.

venerdì, febbraio 3

trammp

È curioso che le classi meno abbienti della sottocultura siano quelle che si lascino più abbindolare dai capitalisti sena scrupoli. Dovrebbe essere il contrario, eppure è proprio con i loro voti che questo capitalismo becero riesce a raggiungere i posti di comando di una nazione.
Il linguaggio aggressivo è riconosciuto dalle sottoclassi sociali  come identità di appartenenza; il miliardario diventa "uno di noi". Un'identificazione surreale ma è la magia della comunicazione.
Ovviamente l'interesse personale è al primo posto  ogni azione viene ponderata sulla domanda "fa danno ai miei affari o no?". Se non fa danno, il provedimento può essere applicato, anche se è privo di verifiche e calcoli di conseguenze. Non importa. A Trump npn iporta se  Messicani si incazzano perché non è un problema suo, suo come uomo di affari che non ha nessun affari giù in Messico, non come presidente degli USA.

sabato, gennaio 28

canzoni memorabili



Per chi, come noi, non è vissuto in quel periodo. C'erano persone venute a mancare molto presto.

Una reunion speciale.
 Il mondo vive da sempre tempi di merda. Diciamo che ora tocca a noi. Ed a noi tocca Trump l'isis e particolarmente per l'Italia l'inconsueta accoppiata terremoto-neve. La fantasia del destino di merda offre un po' di originalità, per non farci mangiare sempre la stessa merda. Ma il gusto è sempre quello, merda.

l'ultimo disco che pubblico in vita fu Tramp, morì a 26 anni.  Sittin'On uscì postumo.




giovedì, dicembre 29

Titolo del post

Oggi il sole non scalda. Un pochino, ogni tanto, quando le nuvole glielo consentono. Come fa una massa immane di idrogeno ed elio a farsi intimidire da sbuffetti microscopici di vapore?

A passo veloce sotto le inferriate della caserma, il sole spicchettava negli occhi come la pellicola fuori giro di un proiettore.

E certo, Trump è il più vicino al popolo. Lui sa cosa significa povertà, perché l'ha vissuta... E quindi uno dei primi interventi è venire incontro ai più disperati, con un muro (che c'è già) al confine con il Messico. Questo è risolvere i problemi!?

Metti due attori, anche bravini, che non sono ballerini e neanche cantanti, vengono shakerati in un la la land e si beccano il record di nomination all'Oscar. Qualcosa non va. I bambini fanno riempire le sale quando c'è un film della Disney, e questo polpettone romantico canoro trainerà tante coppiette in amore ancora fresco, perchè giusto da loro può essere digerito (e dagli amanti di Ballando con le stelle). Da contraltare con i controco... "Damned hopeless".

venerdì, dicembre 16

Ghiacci

La testa annidata tra le braccia sul tavolo, una sonnolenza generata dalla strematante condizione, il freddo grande padrone. Ventotto giorni in quella catapecchia, ultimo avamposto del deserto bianco e tomba di molti. Si reggeva con dei pomodori essiccati dentro scatole di ghiaccio. Non c'era più combustibile, resisteva solo con le pellicce sovrapposte, recuperate dagli ultimi compagni di sventura che lo avevano lasciato. Quando fu spalancata la porta, neanche si mosse.
Brus pensò subito fosse morto; gli spostò leggermente il capo per scoprire di chi fosse quel cadavere.
Un grugnito sordo ad occhi socchiusi, Brus lo riconobbe subito: "Gunter!"
continua...

giovedì, dicembre 15

pubblicità pandoriane

C'è una simpatica pubblicità di un pandoro, girata bene con buona recitazione ma...  c'è un soggetto surreale. Un ragazzo deve andare a conoscere i genitori della fidanzata e decide di presentarsi con un pandoro che i supermercati mettono in offerta al prezzo di un biglietto di metro ? Ora, per carità, non si mette in dubbio la genuinità del prodotto, però una figura da peracottaro alla prima impressione dei genitori della tua ragazza non te la risparmia nessuno. Il fatto poi che anche il padre della ragazza sia uno spilorcio, taccagno ci può anche stare, ma la storia, nel complesso non regge.